Vai a sottomenu e altri contenuti

Imposta Municipale Unica (IMU) - Tassa Servizi (TASI) Enti non commerciali.

Larticolo 91-bis, del decreto legge 24/01/2012 n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24/03/2012 n. 27 e, in particolare, il comma 3 prevede che, a partire dal 1° gennaio 2013, l'esenzione di cui all'articolo 7, comma 1, lettera i), del decreto legislativo n. 504 del 30/12/1992, valevole sia per l'IMU che per la TASI, si applica in proporzione all'utilizzazione non commerciale dell'immobile, quale risulta da apposita dichiarazione e che, con successivo decreto del Ministro dell'economia e delle finanze ''sono stabilite le modalita' e le procedure relative alla predetta dichiarazione, gli elementi rilevanti ai fini dell'individuazione del rapporto proporzionale, nonche' i requisiti, generali e di settore, per qualificare le attivita' di cui alla lettera i) del comma 1 dell'articolo 7 del decreto legislativo 30 dicembre 1992 n. 504, come svolte con modalita' non commerciali''.

Con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze 19/11/2012 n. 200 e' stata data attuazione al citato comma 3 dell'art. 91-bis del decreto legge n. 1 del 24/012012.

Inoltre con Decreto Ministero dell'economia e delle finanze 26/6/2014 (G.U. 4/7/2014 n. 153) si è approvato il modello di dichiarazione dell'IMU e della TASI per gli enti non commerciali, con le relative istruzioni.

L'articolo 1, comma 719, della legge 27/12/2013 n. 147 prevede che, ai fini dell'Imposta Municipale Propria, gli enti non commerciali presentano la dichiarazione esclusivamente in via telematica, secondo le modalita' approvate con apposito decreto del Ministero dell'economia e delle finanze e che, con le stesse modalita' ed entro lo stesso termine previsto per la dichiarazione per l'anno 2013 deve essere presentata anche la dichiarazione per l'anno 2012.

Requisiti

=

Costi

=

Normativa

L'articolo 9, comma 8, del decreto legislativo n. 23 del 22/12/2011 stabilisce che all'Imposta Municipale Propria (IMU) si applica l'esenzione di cui all'articolo 7, comma 1, lettera i) del decreto legislativo 30/12/1992 n. 504 recante disposizioni in materia di imposta comunale sugli immobili, in base al quale sono esenti ''gli immobili utilizzati dai soggetti di cui all'articolo 73, comma 1, lettera c), del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22/12/1986 n. 917 e successive modificazioni, fatta eccezione per gli immobili posseduti da partiti politici, che restano comunque assoggettati all'imposta indipendentemente dalla destinazione d'uso dell'immobile, destinati esclusivamente allo svolgimento con modalita' non commerciali di attivita 'assistenziali, previdenziali, sanitarie, di ricerca scientifica, didattiche, ricettive, culturali, ricreative e sportive, nonche'
delle attivita' di cui all'articolo 16, lettera a), della legge 20/05/1985 n. 222''.

L'ambito della norma la norma di esenzione è stata dapprima modiificata dal comma 1, dell'articolo 91-bis, del decreto legge 24/01/2012 n. 1 convertito con modificazioni dalla legge 24/03/2012 n. 27 e successivamente dall'articolo 2, comma 3, del decreto legge 31/08/2013 n. 102 convertitto con modificazioni dalla legge 28/10/2013 n. 124, che ha esteso, a decorrere dal periodo d'imposta 2014, l'ambito di applicazione dell'esenzione anche agli immobili in cui si svolge l'attività di ricerca scientifica. La stessa disposizione è stata modificata per effetto del decreto legge 28/12/2013 n. 149, convertito con modificazioni dalla legge 21/02/2014 n. 13, il quale ha precisato che nella norma di esenzione non sono ricompresi gli immobili sede di partiti politici.

La stessa disposizione è stata modificata per effetto del decreto legge 28/12/2013 n. 149, convertito con modificazioni, dalla legge 21/02/2014 n. 13, il quale ha precisato che nella norma di esenzione non sono ricompresi gli immobili sede di partiti politici.

Il decreto legge 6/03/2014 n. 16, convertito con modificazioni, dalle legge 2/05/2014 n. 68, ha stabilito all'articolo 1, comma 3, che si applica alla TASI, tra le altre, anche l'esenzione prevista dall'articolo 7, comma 1, lettera i) del decreto legislativo 30/12/1992 n. 504 per la quale ''resta ferma l'applicazione delle disposizioni di cui all'articolo 91-bis del decreto legge 24/01/2012 n. 1, convertito con modificazioni, dalle legge 24/03/2012 n. 27 e successive modificazioni''.

Documenti da presentare

Gli enti non commerciali devono presentare un'unica dichiarazione sia per l'IMU sia per la TASI.

Si precisa che la presente dichiarazione riguarda esclusivamente gli enti non commerciali che posseggono immobili oggetto dell'esenzione di cui all'articolo 7, comma 1, lettera i), del decreto legislativo n. 504 del 1992.

Pertanto, gli enti non commerciali che possiedono esclusivamente immobili che non rientrano in tale fattispecie di esenzione devono presentare la dichiarazione ordinaria, approvata con D.M. 30/10/2012 e pubblicata nella G.U. del 5/11/2012 n. 258.

Termini per la presentazione

La dichiarazione IMU TASI ENC deve essere presentata entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell'imposta.

La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi sempre che non si verifichino modificazioni dei dati ed elementi dichiarati cui consegua un diverso ammontare dell'imposta dovuta.

La dichiarazione relativa agli anni 2012 e 2013 deve essere presentata entro il 30 settembre 2014.

Incaricato

Giovanni Carta

Tempi complessivi

La dichiarazione deve essere presentata entro il 30 giugno dell'anno successivo.

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
IMU - TASI Enti non commerciali. Modello dichiarazione. Formato pdf 1319 kb
IMU - TASI Enti non commerciali. Istruzioni. Formato pdf 10965 kb